Riflessioni di Antonio Gramsci

Scriveva Antonio Gramsci:

“…odio questi capodanni a scadenza fissa…voglio che ogni mattino sia per me un capodanno.”
“Si finisce per credere sul serio che tra anno e anno ci sia sospensione di continuità e che cominci una novella istoria, e si fanno propositi e ci si pente degli sproposito, ecc., ecc. È un torto in genere delle date.”
“Ogni ora della mia vita vorrei fosse nuova, pur allacciandosi a quelle trascorse”.

Dall’ Huffington Post, 31.XII.2014, leggi qui 

screen-shot-2017-01-04-at-3-12-46-pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...