Non Una di Meno – Milano

Nota a margine dell’assemblea del 15 febbraio 2017 presso la Casa delle donne maltrattate.
Si fa pressione per avere una parola pubblica su temi e pratiche che si ritengono essenziali, e quando arriva, li restituisce irriconoscibili, privati della loro autonomia.
Per un certo verso, qualcosa di simile sta succedendo col Comune di Milano, che ha affidato il palco in piazza Duomo per l’8 marzo a Jo Squillo – invitata ormai in varie città, da Bologna a Genova e ora a Milano come testimonial del movimento del movimento contro i femminicidi- e alla sua associazione “Il muro delle bambole”, con un programma di musica e testimonianze di donne “vittime” di violenza.
Le manifestazioni vengono dal basso, i palchi scendono quasi sempre dall’alto e incorporano, neutralizzandoli, cancellando ogni traccia di originalità e autonomia, i cambiamenti che sentono minacciosi per l’ordine esistente.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...