Il silenzio sul femminismo

La chiusura del programma “Parliamone di sabato” non basta: Dobbiamo pretendere che facciano informazione in modo decente: cominciando a far parlare qualcuna del movimento, cosa che avrebbero dovuto fare già per il 26 nov. e soprattutto dopo Bologna e per l’8 marzo.
Il sessismo Rai non è solo nella rappresentazione del femminile ma nel SILENZIO, che non è da oggi, “SUL femminismo”. ”
Altro è la diretta durante una manifestazione, interviste fatte per strada, altro è invitare le donne di Non Una di Meno in studio, fare delle loro lotte un problema politico e culturale su cui discutere e informare quanto merita.
Questo avrebbero dovuto fare dopo il convegno di Bologna affinché i report e gli otto punti per la riscrittura del Piano antiviolenza non restassero sconosciuti anche alla maggior parte delle persone che hanno partecipato alla manifestazione.
Per i nostri media il femminismo è ancora folclore e politica sono le beghe -quelle davvero personalistiche- dei parlamentari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...