Sul bus ‘della libertà’…

La risposta della mia carissima amica Simona Marino, delegata alle Pari Opportunità del Comune di Napoli al “Bus della libertà” che vorrebbe impedire l’educazione di genere.

“La delegata del Sindaco di Napoli alle Pari Opportunità, professoressa Simonetta Marino, sulla campagna “Il bus della libertà – Basta violenza di genere”

L’amministrazione de Magistris non intende in alcun modo autorizzare o sostenere, qualsiasi tipo di comunicazione, campagna o manifestazione che ispiri e fomenti la transfobia, promuova congetture discriminatorie e veicoli messaggi lesivi dei diritti delle persone Trans.

Diffondere un messaggio che cancella e nega la realtà della transessualità e dell’intersessualità, è un atto altamente discirminatorio, irresponsabile, fuorviante e irrispettoso dell’esistenza di queste persone, che già troppo spesso, sono vittime di una cultura della violenza, efferata e purtroppo diffusa.

Questa campagna, negando i diritti delle persone transessuali, nega l’esercizio dei diritti civili fondamentali, gli inalienabili diritti umani, tra cui il diritto alla vita.

Occorre fermamente stigmatizzare, inoltre, l’uso improprio e strumentale dell’espressione “basta alla violenza di genere”. La legittima autodeterminazione della propria identità non può e non deve essere confusa con quello che è un terribile stigma della nostra società. Giustificare astruse e inverosimili previsioni di anarchia sessuale, con un riferimento alla violenza realmente esercitata su un larghissimo numero di persone, discriminate in base al sesso e alla loro identità sessuale, è contrario a tutte le azioni messe in campo da codesta Amministrazione e dal disegno programmatico di una società più inclusiva, aperta, tollerante e coesa.

Pertanto e in risposta alla comunicazione pervenuta, inviata dalla Rete Lanford – l’Avvocatura per i Diritti LGBTI – l’Amministrazione tutta intende ribadire con fermezza e convinzione il proprio dissenso verso una siffatta aggressione alla dignità e all’orgoglio della comunità Trans.

Noi vogliamo fermare l’incitamento all’odio gender e omo-transfobico e, nell’auspicio che questa pericolosa deriva d’intransigente fanatismo resti un fenomeno circoscritto e isolato, siamo sicuri che le cittadine e i cittadini di Napoli non si lasceranno coinvolgere da infondati timori, recrudescenze fasciste e ottuso sciovinismo sessista.

La delegata del Sindaco alle Pari Opportunità e ai Centri Antiviolenza

prof.ssa Simonetta Marino.”

Screen Shot 2017-10-04 at 6.17.57 PM

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...