Tra sé e l’altro – da ”Come nasce il sogno d’amore”

La dipendenza, il riprodursi continuo di attese che non possono trovare appagamento in nessun tempo presente, ricade sugli uomini con la fissità di una legge naturale.
La solitudine, vissuta come “essere con nessuno”, scava ogni volta il vuoto che attende di essere riempito da un altro: annientamento di sé come protesta per la perdita di una persona considerata indispensabile. Ogni uomo perciò è centrato su qualcosa che non gli appartiene e cerca la vita fuori di sé, in una condizione felice che immagina sempre altrove, in un altro tempo, in un’altra persona.

Nel bisogno odio e amore si confondono. Affermarsi attraverso un altro significa negare che egli è diverso e staccato da noi, e quindi non riconoscerne l’esistenza. Ma è anche vero che nell’incertezza in cui si muove il desiderio del singolo, il volto che si avvicina diventa tutto l’orizzonte desiderabile. L’essere umano, non ancora “persuaso di sé”, passa da una notte a un’altra notte inseguendo ingannevoli miraggi di luce. La forza misteriosa che lo tiranneggia, pur essendo dentro di lui, gli si erge davanti come un dio crudele che lo vuole ora inerte ora affannato, ora prossimo alla padronanza di sé ora alla propria distruzione.

Il dolore più grande è fermare gli occhi sullo spazio di solitudine che separa ogni esistenza singola da tutte le altre e dal mondo; e non aver fretta di riempire il vuoto di continuità che si apre tra il qui della nostra presenza reale e il là di altre vite diverse. E’ necessario muovere dal deserto e farvi ritorno per non piegare ogni relazione al proprio bisogno e per non agitarsi all’impazzata in un mondo di ombre.

(da Lea Melandri, “Come nasce il sogno d’amore”, Rizzoli 1988 – Bollati Boringhieri 2002)

13256141_1766233113612609_7393074785371070718_n

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...